ti trovi qui: Bosa e dintorni | edifici religiosi

Edifici religiosi - Cattedrale dell’Immacolata

Indice
Edifici religiosi
Cattedrale dell’Immacolata
Madonna del Carmelo
Madonna del Rosario
Regnos Altos
Sant'Antonio
Sant'Eligio
San Cosma e Damiano
Santa Croce
San Giovanni Battista
Santa Giusta
Santa Maria di Caravetta
Santa Maria degli Angeli e Convento dei Cappuccini
Santa Maria Stella Maris
San Pietro Extra Muros
Tutte le pagine

Cattedrale dell’Immacolata

La chiesa, intitolata all’Immacolata che deve il suo aspetto attuale all’architetto bosano Salvatore Are, venne costruita tra il 1805 e il 1809, in sostituzione dell’antica chiesa romanica risalente agli inizi del XII secolo, restaurata probabilmente nel 1400.All’interno la chiesa è formata da un’ampia navata sulla quale si aprono quattro cappelle per lato con begli altari in marmo.La prima di queste cappelle, posta a destra dell’ingresso, è dedicata al Sacro Cuore e contiene altre quattro piccole cappelle minori. La cappella di sinistra, invece, ospita il fonte battesimale. La facciata ha tre portali di cui il centrale, ad arco acuto modanato, contiene l’ingresso della chiesa.
Altre caratteristiche sono il grande organo, l’altare maggiore costruito in finissimo marmo, tre statue marmoree raffiguranti l’Immacolata Concezione e i due Martiri sardi Emilio e Priamo nonché numerose pitture del vicentino Emilio Scherer raffiguranti, in larga parte, personaggi di santi che compiono il loro martirio in paesaggi bosani.
Il campanile, tuttora incompiuto, porta scolpita la data 1683 nella parte terminale.
Più che per la facciata la cattedrale è particolare per il gioco della tettatura, da cui svetta il campanile e le pittoresche cupole che si specchiano sulle acque del Temo.



We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.