ti trovi qui: Bosa e dintorni | edifici religiosi

Edifici religiosi - San Pietro Extra Muros

Indice
Edifici religiosi
Cattedrale dell’Immacolata
Madonna del Carmelo
Madonna del Rosario
Regnos Altos
Sant'Antonio
Sant'Eligio
San Cosma e Damiano
Santa Croce
San Giovanni Battista
Santa Giusta
Santa Maria di Caravetta
Santa Maria degli Angeli e Convento dei Cappuccini
Santa Maria Stella Maris
San Pietro Extra Muros
Tutte le pagine

San Pietro Extra Muros

Ex cattedrale della Bosa Vetus, è la più antica chiesa romanica della Sardegna.
Situata lungo la sponda sinistra del Temo, a circa 2 chilometri da Bosa lungo una strada costeggiata da oliveti e agrumeti ma può essere raggiunta anche in barca lungo il fiume, venne edificata sui ruderi di un edificio più antico per volere del vescovo bosano Costantino de Castra, come attesta un’iscrizione posta sull’architrave dell’ingresso.
I lavori, iniziati nel 1062, terminarono nel 1073.
L’edificio, il cui pavimento è formato da lapidi con iscrizioni romane, risale a tre epoche diverse di costruzione: il corpo centrale, di stile romanico-lombardo, è del 1073; l’abside semicircolare e le campate attigue il campanile furono erette tra il 1110 e il 1120; l’ultima delle fasi costruttive, quella risalente al 1200, è di impronta romano-gotica, la cui facciata formata da tre archi e tre rosoni, rappresenta la parte più importante del monumento, su cui svetta una torre campanaria, rimasta incompiuta, a canna quadrata che, all’epoca dei romani, aveva anche la funzione di torre di avvistamento.
Il portale è di semplice forma rettangolare e presenta un architrave in pietra chiara dove figurano la Madonna con il bambino, i santi Pietro e Paolo e Costantino de Castra.
Nel suo insieme la chiesa si presenta a pianta rettangolare e a tre navate, divisa da robusti pilastri rettangolari costruiti con grandi blocchi di trachite e basalto.



We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.